Come rendere la tua casa più felice: le 10 piante da interno indispensabili!

Come rendere la tua casa più felice: le 10 piante da interno indispensabili!
© Ipsia castrovillari

Il verde delle piante può donare una nuova vita ai nostri ambienti domestici e migliorare la qualità della nostra vita. Le piante da interno sono perfette per infondere rilassatezza, gioia e vitalità all’interno del nostro appartamento.

Vediamo insieme una lista di 10 piante che possono contribuire a rendere il nostro spazio abitativo più felice:

Le 10 piante per un appartamento più felice

  1. Pothos dorato (Epipremnum aureum)

Il pothos dorato è una delle piante più facili da coltivare e si caratterizza per le sue foglie variegate di colore verde e giallo. Può crescere rapidamente e adattarsi a diversi gradi di luce ed umidità.

Posizione ideale

Questa pianta preferisce gli ambienti luminosi ma tollera anche zone d’ombra parziale. Cresce sia appesa che rampage su supporti verticali, come muri o mobili.

  1. Sansevieria (Sansevieria trifasciata)

Conosciuta anche come lingua di suocera, la sansevieria è una pianta resistente e dalla crescita lenta. Oltre ad essere decorativa, è efficace nell’assorbimento degli inquinanti e nell’ossigenazione dell’aria.

Posizione ideale

Predilige i luoghi luminosi, tuttavia è in grado di tollerare anche ambienti con poca luce. Si adatta bene sia a temperature elevate che basse e richiede poche annaffiature.

  1. Ficus elastica

Questa pianta tropicale ha foglie grandi e lucide, che possono assumere colori verde scuro o variegato. Grazie alla sua rapida crescita e capacità di purificare l’aria, è molto apprezzata come pianta ornamentale da interno.

Posizione ideale

Per crescere rigogliosa, la ficus elastica necessita di molta luce naturale e un buon grado di umidità. Evitare correnti d’aria e sbalzi di temperatura.

  1. Dracaena (Dracaena marginata)

La dracaena è una pianta originaria dell’Africa dall’aspetto esotico ed elegante, caratterizzata da lunghe foglie verdi o rosse. Richiede poche cure ed è in grado di superare il metro d’altezza se coltivata in vaso.

LEGGI  Le punte delle foglie delle tue piante diventano marroni? Fallo immediatamente!

Posizione ideale

Ama gli spazi ben illuminati ma senza sole diretto, e non richiede particolari accorgimenti per quanto riguarda l’umidità e la temperatura ambiente.

  1. Palma di Kentia (Howea forsteriana)

La palma di Kentia è una pianta elegante ed affascinante che dona un tocco tropicale all’arredo. Non solo ha un bell’aspetto, ma contribuisce anche a purificare l’aria.

Posizione ideale

Predilige gli ambienti luminosi ma senza luce solare diretta e temperature costanti durante tutto l’anno. Richiede un terreno ben drenato e annaffiature regolari senza eccedere nel bagnare il substrato.

  1. Aloe Vera (Aloe barbadensis miller)

L’Aloe Vera è una pianta grassa molto apprezzata per le sue proprietà curative, soprattutto sul piano cutaneo. Essa può essere utilizzata per lenire ustioni, irritazioni e piccole escoriazioni.

Posizione ideale

Scegliere un luogo luminoso, vicino a una finestra, dove possa ricevere luce solare indiretta per almeno qualche ora al giorno. Occorre evitare ristagni idrici garantendo annaffiature moderate.

  1. Cactus (Cactaceae)

I cactus sono piante grasse originarie dell’America centrale e meridionale. Sono apprezzati per la loro bellezza semplice, imponente e per l’abilità di adattarsi a condizioni difficili, come il clima secco e la scarsità d’acqua.

Posizione ideale

Occorre posizionarli in un ambiente molto luminoso, possibilmente vicino a una finestra esposta al sole. In estate è possibile anche portarli all’esterno, proteggendoli dalla pioggia.

  1. Aspidistra (Aspidistra elatior)

L’aspidistra è una pianta originaria del Giappone e della Cina con foglie lunghe e appuntite. È nota come “pianta di ferro” per la sua resistenza e longevità che chiede veramente poche cure.

Posizione ideale

Ama gli ambienti ombrosi e poco illuminati e può tollerare temperature abbastanza fredde. Non richiede particolari cure, annaffiare solo quando il terreno appare secco al tatto.

  1. Felce Nephrolepis (Nephrolepis exaltata)
LEGGI  Come evitare gli errori comuni e costosi nella costruzione della vostra casa

Questa felce presenta foglie verde chiaro leggermente ondulate ed è molto amata come pianta ornamentale, per dare un tocco di verde rilassante alla propria casa.

Posizione ideale

Predilige ambienti umidi come il bagno, ed è bene evitare esposizioni prolungate al sole diretto. Innaffiare regolarmente evitando ristagni d’acqua.

  1. Calthea (Calathea spp.)

La calateaè una pianta da interno originaria delle foreste tropicali dell’America centrale e meridionale. Esiste in numerose varietà, tutte caratterizzate da foglie colorate e dal disegno unico.

Posizione ideale

Predilige luoghi luminosi ma senza luce diretta del sole e rimane in salute se il terreno viene mantenuto costantemente umido. È opportuno posizionarla lontano da fonti di calore o correnti d’aria fredda.

Le piante sopraelencate non solo contribuiscono a rendere la nostra casa più bella ed accogliente, ma apportano anche numerosi benefici per la salute e i sentimenti di benessere generale dei suoi abitanti.

Oltre a purificare l’aria che respiriamo, esse infatti regalano sensazioni di rilassatezza, vitalità e allegria. Scegli la tua preferita e rendi il tuo appartamento un luogo più felice!

Potreste essere interessati anche a

Condividi questo:
  • Casa
  • Stile di vita
  • Come rendere la tua casa più felice: le 10 piante da interno indispensabili!