Investimento immobiliare: tutto quello che devi sapere prima di fare il grande passo

Investimento immobiliare: tutto quello che devi sapere prima di fare il grande passo
© Ipsia castrovillari

Realizzare un investimento immobiliare può essere molto vantaggioso e rappresentare una grande opportunità per chi desidera diversificare i propri investimenti.

Tuttavia, è indispensabile conoscere alcuni aspetti fondamentali per evitare brutte sorprese e per ottimizzare la propria scelta. In questa guida spiegheremo cosa bisogna sapere prima di acquistare un bene immobile con lo scopo di affitto o valorizzazione.

Definire il proprio obiettivo d’investimento

Prima di iniziare a cercare l’immobile perfetto per il tuo investimento, è necessario stabilire quali sono gli obiettivi che si vogliono conseguire.

A questo proposito, puoi chiederti:

  • Vuoi ottenere un reddito mensile attraverso l’affitto dell’immobile?
  • Conti di vendere l’immobile a breve termine, sperando in una rapida rivalutazione del mercato?
  • Desideri effettuare miglioramenti all’immobile e poi venderlo a un prezzo maggiore rispetto a quello d’acquisto?

Sapendo quale tra questi obiettivi sia quello che ti interessa maggiormente, potrai valutare le diverse opzioni disponibili sul mercato immobiliare ed effettuare operazioni mirate al fine di ottimizzare il tuo investimento.

Valutare il budget a disposizione

Una volta definiti gli obiettivi, è fondamentale stabilire quanto si è disposti a investire. Molti esperti ritengono che la spesa complessiva per l’acquisto di un immobile non dovrebbe superare il 30% del proprio reddito mensile.

Inoltre, al di là dell’importo accantonato per l’acquisto iniziale, è bene prendere in considerazione anche eventuali costi aggiuntivi come le spese notarili, l’agenzia immobiliare, le ristrutturazioni necessarie e le tasse, quali ad esempio l’IMU e la TASI.

LEGGI  Trasformare la vostra stanza buia in un ambiente luminoso e accogliente

Le diverse tipologie di finanziamento

Oltre a valutare il proprio budget personale, è importante informarsi circa le diverse possibilità di finanziamento, tra cui il mutuo ipotecario, che rappresenta la soluzione più comune ed accessibile.

Alcuni istituti bancari offrono soluzioni specifiche per i mutui destinati all’investimento immobiliare.

Scegliere la giusta location

Uno degli aspetti fondamentali nello scegliere il miglior investimento immobiliare è valutare attentamente la zona, soprattutto se si desidera ricavare un redditizio affitto.

Ecco alcuni fattori che possono influenzare la scelta della location:

  • La vicinanza ai servizi pubblici, negozi, scuole e trasporti;
  • L’affluenza turistica, nel caso in cui si voglia affittare la proprietà a turisti;
  • Il potenziale di sviluppo e crescita della zona.

Crescita del valore degli immobili nella zona

Oltre ai fattori appena elencati, è bene valutare anche le tendenze del mercato immobiliare locale.

Si può studiare il tasso di crescita del valore degli immobili negli ultimi anni per stabilire se ci sono buone prospettive in termini di crescita del valore della proprietà nel futuro.

Analizzare lo stato dell’immobile

Affinché il tuo investimento sia proficuo, è opportuno assicurarsi che l’immobile si trovi in buono stato. Al momento della visita, presta particolare attenzione ai seguenti aspetti:

  • Lo stato delle pareti, dei pavimenti e del tetto: sono presenti crepe, infiltrazioni o altri problemi strutturali?
  • La presenza di impianti idraulici ed elettrici conformi agli standard e funzionanti;
  • Gli infissi, soprattutto le porte e le finestre, e verificarne il grado di isolamento termico ed acustico;
  • Eventuali spese di ristrutturazione da aggiungere oltre al prezzo d’acquisto dell’immobile, tenendo conto delle possibilità di recupero di eventuali incentivi fiscali.
LEGGI  Quanto ti costerà davvero costruire la tua casa dei sogni? Risposte sorprendenti all'interno!

Rentabilità: calcolare il rendimento dell’investimento

Prima di procedere con l’acquisto, è opportuno calcolare il rendimento del tuo investimento immobiliare, considerando sia gli aspetti finanziari che quelli legati al mercato e alla gestione dell’immobile.

Ecco alcuni indicatori utili:

  • Rendita netta: si ottiene sottraendo le spese correnti (tasse, costi di manutenzione, ecc.) dai ricavi annuali lordi derivanti dagli affitti;
  • Rendimento annuo: corrisponde al rapporto tra la rendita netta e il valore dell’immobile – espressa in percentuale, permette di confrontare più facilmente diversi investimenti immobiliari;
  • Plusvalenza: indica la differenza tra il prezzo d’acquisto dell’immobile e il valore di vendita dello stesso, dopo eventuali miglioramenti.

Tenendo conto di tutti questi fattori sarà possibile prendere una decisione informata su quale bene immobile acquistare per ottenere il massimo dalla propria operazione di investimento nel campo immobiliare.

Potreste essere interessati anche a

Condividi questo:
  • Casa
  • Stile di vita
  • Investimento immobiliare: tutto quello che devi sapere prima di fare il grande passo