Trasforma i tuoi mobili di cucina: 10 segreti per dipingerli come un professionista

Trasforma i tuoi mobili di cucina: 10 segreti per dipingerli come un professionista
© Ipsia castrovillari

Sogni di dare nuova vita ai mobili della tua cucina senza spendere una fortuna in nuovi elementi?

La soluzione è più semplice di quanto pensi: imparare a dipingere i mobili della cucina come un vero professionista. 

In questo articolo, ti sveliamo 10 segreti per ottenere un risultato sorprendente e duraturo.

Materiale e strumenti necessari

Prima di cominciare, assicurati di avere tutto il materiale necessario a portata di mano. Ecco cosa ti servirà:

  • Vernice: scegli una vernice adatta all’uso in cucina, preferibilmente atossica e lavabile;
  • Primer: se i mobili sono stati già trattati o presentano superfici lucide o irregolari, applica un primer prima di procedere con la verniciatura;
  • Pennelli e rulli: utilizza pennelli di diverse dimensioni e rulli in spugna o microfibra per le aree più estese;
  • Nastro adesivo: serve per proteggere bordi e maniglie che non devono essere tinteggiate;
  • Carta abrasiva: indispensabile per levigare e rimuovere eventuali imperfezioni dalla superficie dei mobili;
  • Guanti, mascherina e occhiali protettivi: necessari per lavorare in sicurezza.

1. Prepara l’ambiente di lavoro

Per evitare spiacevoli incidenti come inciampi e rovesciamenti di vernice, assicurati di avere uno spazio adeguato per lavorare.

Il luogo ideale dovrebbe essere ben ventilato, luminoso e senza correnti d’aria troppo forti che potrebbero far asciugare la vernice troppo rapidamente.

LEGGI  Escursioni enogastronomiche in Italia: i luoghi da non perdere

Se non hai un garage o un locale adatto, puoi utilizzare una stanza della casa coprendo il pavimento con dei teli plastici.

2. Smonta i mobili

Se possibile, smonta i mobili rimuovendo ante, cassetti e maniglie. In questo modo sarà più semplice dipingerli e ottenere un risultato omogeneo.

Trasporta tutti gli elementi in verticale per evitare di sporcare le pareti e appoggiali su cavalletti o supporti simili per facilitare la loro tinteggiatura.

Rimozione delle maniglie e degli accessori

Non dimenticare di rimuovere tutte le parti in metallo, come maniglie e cerniere, se applicabili. Ciò ti permetterà di dipingere anche nelle zone meno accessibili e proteggerà questi accessori dalla vernice.

3. Pulizia dei mobili

Pulisci accuratamente i mobili da eventuali tracce di grasso, polvere e sporco utilizzando un detergente sgrassatore non aggressivo. Sciacqua con acqua pulita e asciuga i mobili accuratamente con un panno morbido prima di procedere con la verniciatura.

4. Levigatura

Carteggia leggermente la superficie dei mobili con carta abrasiva a grana media (circa 120) per favorire l’adesione della vernice e rimuovere eventuali imperfezioni. Ricorda di levigare sempre nella direzione delle venature del legno, per evitare rigature visibili una volta terminato il lavoro.

Smussatura degli angoli

Se i tuoi mobili hanno angoli vivi o spigoli appuntiti, è consigliabile smussarli leggermente con carta vetrata in modo da evitarne lo scheggiamento in futuro.

5. Aspirazione e pulizia

Dopo la levigatura, è importante eliminare ogni residuo di polvere dai mobili prima di dipingerli.

Utilizza un aspirapolvere con l’apposito accessorio per superfici delicate e completa la pulizia con un panno umido o una spugna morbida. Aspetta che i mobili siano completamente asciutti prima di procedere oltre.

LEGGI  5 soluzioni per pulire la doccia e prevenire l'intasamento in un istante

6. Applicazione del primer (se necessario)

Se i tuoi mobili sono molto porosi o presentano superfici irregolari, applica un primer adatto all’utilizzo in cucina in modo omogeneo con un pennello o un rullo a pelo corto.

Lascia asciugare completamente il prodotto seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.

7. Stesura della vernice

Ora che i mobili sono pronti, puoi procedere alla stesura della vernice scelta, ricordando di mescolarla accuratamente prima dell’utilizzo. Inizia dipingendo gli angoli e gli spigoli con un pennello a punta fine, quindi passa al rullo per le superfici più estese.

Step: primo strato sottile e secondo più corposo

Per ottenere un risultato duraturo ed elegante, applica prima uno strato sottile di vernice e lascia asciugare completamente (almeno 4-6 ore).

Successivamente, puoi procedere con un secondo strato, stavolta più corposo, prestando sempre attenzione a distribuire uniformemente il prodotto sulla superficie dei mobili.

8. Controlli e ritocchi

Una volta asciutto il secondo strato di vernice, controlla attentamente se ci sono zone poco coperte o imperfezioni ancora visibili. Per esempio, potresti notare alcune gocce di vernice in eccesso.

Usa un pennello pulito per rimuoverle o livellarle, oppure carteggia leggermente la zona interessata e ripeti l’operazione di tinteggiatura.

9. Assemblaggio e fissaggio delle maniglie

A lavoro ultimato, rimonta i mobili in cucina avendo cura di allinearli correttamente. Dopo aver fissato le ante e i cassetti, reinstalla le maniglie e gli accessori metallici precedentemente rimossi.

10. Manutenzione periodica dei mobili dipinti

Affinché i tuoi mobili tinteggiati mantengano il loro aspetto nel tempo, è importante pulirli con prodotti delicati e non abrasivi, evitando l’uso di spugne metalliche o utensili simili.

Per la rimozione di macchie ostinate, prova a utilizzare un detergente specifico per legno o una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato.

LEGGI  Perché dovresti fare la doccia prima di andare a letto? Una scoperta che ti cambierà la routine notturna!

Potreste essere interessati anche a

Condividi questo:
  • Casa
  • Stile di vita
  • Trasforma i tuoi mobili di cucina: 10 segreti per dipingerli come un professionista